Sformato di cardi

3 dicembre 2014

Ingredienti per 6 persone

Lo sformato di cardi è una ricetta tipica della tradizione piemontese. Viene generalmente servito come antipasto durante la stagione invernale. Lo sformato si può consumare da solo o accompagnato da una fonduta di formaggio che lo rende ancora più saporito. Lo sformato di cardi può essere preparato sia in monoporzioni, sia in uno stampo più grande e da dividere dopo la cottura. I cardi gobbi sono vegetali molto poveri di calorie. Vengono coltivati nei terreni sabbiosi di Nizza Monferrato dove esiste anche una confraternita della bagna caôda e del cardo gobbo. Per proteggerli dal freddo, in autunno i cardi vengono parzialmente sotterrati. In questo modo, per tentare di trovare la luce, si gonfiano ed incurvano diventando gobbi. La mancanza di luce inoltre, li rende privi di clorofilla donando loro il caratteristico colore biancastro. Il cardo gobbo è un vegetale inserito nell’elenco dei prodotti agroalimentari tradizionali italiani del Piemonte ed è un presidio slow food. Un tempo i cardi erano uno dei pochi vegetali che si consumavano con la bagna caôda, tipica salsa piemontese. Per insaporire questo sformato utilizzate una besciamella piuttosto soda e abbondante parmigiano grattugiato.

Preparazione Sformato di cardi

  1. sformato di cardi step1Lavate i cardi, privateli dei filamenti e tagliateli a piccoli pezzi. Cuoceteli in acqua bollente per circa 30 minuti, o finché sono morbidi. Scolateli, lasciateli nello scolapasta qualche minuto in modo che perdano una parte dell'acqua di vegetazione.
  2. sformato di cardi step2Fate sciogliere 40 g di burro in una padella. Frullate i cardi con un mixer e uniteli al burro. Mescolateli ogni tanto e proseguite la cottura finché non hanno perso tutta l'acqua diventando molto asciutti.
  3. sformato di cardi step3In una ciotola sbattete le uova, aggiungete 100 g di parmigiano grattugiato, la besciamella fredda e il cardo frullato. Regolate di sale.
  4. sformato di cardi step4Imburrate 6 stampini monoporzione e rivestite le pareti con il restante parmigiano. Versate poco composto all'interno degli stampi: lasciate un bordo di 1 cm. Mettete gli stampi in una teglia dai bordi alti. Riempite la teglia con l'acqua e infornate a 180 °C per circa 40 minuti. Il tempo di cottura varia in base alla grandezza degli stampi. Gli sformati sono pronti quando sono ben gonfi e hanno un colorito dorato. Inserite all'interno uno stuzzicadenti, se tirato fuori risulta pulito sono cotti.
Attendete dieci minuti prima di sfornare. Per impiattare gli sformati: passate un coltello tutto attorno al bordo dello stampo, sovrapponete un piatto e rigirateli. Condite con altra besciamella o con formaggio fuso.

I commenti degli utenti