Al taglio: 5 pizze che celebrano la Porchetta di Ariccia IGP

2 Agosto 2019

Siamo ben lontani dalle pizze che fino a un decennio fa chiamavano condimenti semplici e poco elaborati. Ordinare una ricca e sostanziosa capricciosa o una bella pizza con patate era quanto di meglio si potesse desiderare per chi fosse alla ricerca di pizze dall’alto potere saziante. un ingrediente privilegiato delle pizze al taglio moderne è la porchetta di ariccia igp Per il resto, i classici ma pur sempre riuscitissimi condimenti a base di mozzarella e pomodoro, funghi, prosciutto e pomodoro, aglio e origano hanno rappresentato a lungo le scelte più diffuse. Il cambio di passo si è avuto con l’arrivo delle prime pizze gourmet – sia tonde che al taglio – in cui la scelta di ingredienti IGP e DOP di prima qualità hanno cominciato a farsi strada sostituendosi, o addirittura aggiungendosi, ai tradizionali condimenti. La ricerca e la selezione dei prodotti tipici del territorio laziale non possono di certo prescindere da una tra le più famose e apprezzate specialità in assoluto: la porchetta di Ariccia IGP.

Ottenuta dalla lavorazione della carne del suino femmina cotta intera con sale, pepe, aglio e rosmarino, una delle caratteristiche distintive della IGP è la straordinaria croccantezza della crosta (anche dopo svariati giorni dalla cottura) che avvolge un interno morbido e saporito. Se nel 2011 la porchetta di Ariccia ha ottenuto il tanto agognato riconoscimento di indicazione geografica protetta, la crosta rimane croccante anche dopo diversi giorni dalla cottura è grazie all’impegno e alla costante dedizione della Regione Lazio e del Consorzio dei Produttori di Ariccia, costituitosi ufficialmente nel 2004. La promozione della bontà di questo prodotto nostrano si è diffusa in primis tra le tavolate in legno delle antiche fraschette dove era gustata semplicemente al coltello o come farcitura di panini saporiti e sostanziosi. Da qualche anno a questa parte la porchetta di Ariccia IGP ha iniziato a essere celebrata come condimento privilegiato di pizze gourmet – soprattutto al taglio – estendendosi geograficamente anche al di fuori dell’area dei Castelli Romani. Ecco allora i 5 indirizzi dove gustare pizze al taglio con la Porchetta di Ariccia IGP.

  1. Bonci Pizzarium (via della Meloria, 43 – Roma). Un tripudio di condimenti e ingredienti che difficilmente riuscirà a farvi concentrare su ciascun tipo di pizza. Dopo aver dato una prima e rapida occhiata non lasciatevi sfuggire la golosissima pizza bianca farcita con porchetta di Ariccia IGP e melanzane con aggiunta di spinacini selvatici. Il tutto condito con aglio, olio e peperoncino.
  2. Pommidoro (via delle Acacie, 1/a – Roma). Altro baluardo della romanità e grande valorizzatore di ingredienti del Lazio, Mirko Rizzo a Centocelle celebra la porchetta di Ariccia IGP con la dolcezza della marmellata di arance bio e la pastosità delle patate. Una versione tonda, bassa e scrocchiarella si trova anche nel secondo locale di Mirko, 180g Pizzeria Romana.
  3. Pizzeria Sancho (via della Torre Clementina, 142 – Fiumicino). Uno dei regni della pizza in teglia contemporanea, propone una pizza con porchetta che è diventata un vero cavallo di battaglia della pizzeria, imitata da molti: ripiena bianca con porchetta in crosta di patate al rosmarino.
  4. Pizza Chef (via Clelia, 63 – Roma). Un nome che può sembrare altisonante ma che sulla Tuscolana è garanzia di qualità. La porchetta è regina in diverse pizze in teglia, anche ripiene: con cicoria ripassata e patate oppure con arance e finocchi.
  5. Lievito Pizza, Pane (viale Europa, 339 – Roma). Anche qui si può gustare una ripiena ben farcita, ma anche la pizza bianca cosparsa di fettine sottili di porchetta ha il suo perché.

Vi abbiamo fatto venire l’acquolina in bocca? Allora vi aspettiamo il 12 settembre a Roma per il Pizza Romana Day! L’evento è organizzato da Agrodolce in collaborazione con Regione Lazio e Arsial, promosso da GreenStyle, Radio Sonica e Repubblica Sapori ed è sponsorizzato da Birra del Borgo.

Clicca qui per visualizzare la mappa