Home Ricette Secondi piatti Secondi piatti di verdure Uova in cocotte al tartufo nero

Uova in cocotte al tartufo nero

Le uova in cocotte sono un secondo piatto veloce da cucinare. Perfette per un bruch sono arricchite dalla presenza del tartufo nero: provate la ricetta.

di Martina Parenzan

Le uova in cocotte al tartufo nero sono un secondo vegetariano tipico delle Marche. Molto veloce e facile da preparare è arricchito dalla generosa presenza del  tartufo nero che regala al piatto un sapore e un profumo inconfondibile. Il tartufo è un fungo che cresce spontaneamente sotto terra vicino ad arbusti e alberi. La sua raccolta avviene durante  tutto l’anno ed è affidata a cani debitamente addestrati. L’Italia è uno dei maggiori produttori mondiali di tartufo. Regioni come la Lombardia o il Piemonte sono conosciute peri il più pregiato tartufo bianco, Umbria o Molise per quello nero di uso più comune. In questa ricetta la besciamella fa da base all’uovo che è a sua volta è arricchito dal tartufo nero e dal pecorino. La cottura a bagnomaria esalta i profumi e rende questo secondo piatto particolarmente cremoso.

Ingredienti per persona

  • 15
  • 210 cal x 100g
  • bassa

Preparazione

  1. Preparate la besciamella seguendo la preparazione base di Agrodolce. Accendete il forno a 220 ⁰C. Prendetene un mestolo e versate la besciamella all'interno delle quattro cocotte individuali precedentemente imburrate.

  2. La besciamella all'interno della cocotte
  3. Pulite il tartufo con un panno umido e tagliatelo a scaglie con l’apposita mandolina. Sgusciate le uova e versatene una per cocotte, facendo attenzione a non rompere il tuorlo. Salate, pepate, ricoprite con le scaglie di tartufo e il formaggio tagliato a listarelle. Completate con un fiocchetto di burro.

  4. L'uovo con tartufo e besciamella
  5. Coprite ciascuna cocotte con un foglio di carta da forno e infornate a bagnomaria per 10 minuti. Sfornate, togliete la carta e servite.

  6. La cocotte ricoperta con carta forno

Accompagnate le uova con crostoni di pane tostati.

Variante

Se avete difficoltà a reperite il tartufo fresco potete utilizzare quello sott’olio di più facile reperibilità.