Pomodori arrostiti sott’olio

8 agosto 2016

Ingredienti per 6 persone

I pomodori arrostiti sott’olio sono una conserva molto sfiziosa e versatile. Si realizza a fine estate, quando i pomodori giungono a maturazione, se ne trovano in abbondanza nei mercati e il loro sapore è pieno e dolce. Realizzare in casa questa conserva è semplice, basta seguire delle semplici regole e utilizzare vasetti di vetro ben puliti e sterilizzati per evitare di incubare batteri pericolosi per la nostra salute. I vasetti chiusi andranno poi tenuti a temperatura ambiente, al riparo dalla luce e si conserveranno in questo modo per diversi mesi. Per questa ricetta i pomodori vanno cotti in forno e disposti nei vasetti e coperti con olio e aromi. Utilizzate sempre un buon olio extravergine di oliva, in questo modo ne guadagnerete sia in sapore che in profumo. Scegliete un olio dal fruttato delicato, i pomodori arrostiti sott’olio diventano un condimento saporito e versatile da utilizzare sia con la pasta che su bruschette e pizza. Se amate le conserve provate a realizzare in casa anche il concentrato di pomodoro, in questo modo potrete sentire ancora il profumo dell’estate nel piatto anche durante l’inverno.

Preparazione Pomodori arrostiti sott'olio

  1. Lavate i pomodorini, asciugateli e tagliateli a metà. Disponete i pomodorini, con la buccia rivolta verso il basso, su una teglia ricoperta di carta da forno. Tritate l’aglio e disponetelo sui pomodorini, spolverizzate di sale, pepe e condite con un filo di olio.
  2. Fate cuocere per 1 ora a 170°C. Fateli raffreddare. Disponeteli nei vasetti sterilizzati alternando il rosmarino fra uno strato e l’altro. Coprite con l’olio extravergine, chiudete e conservate al riparo dalla luce. Una volta aperto il prodotto si conserva in frigorifero per non più di 5 giorni.

I commenti degli utenti