Home Cibo Ricette con le fave da provare questa primavera

Ricette con le fave da provare questa primavera

di Panozzo, Messeri 24 Aprile 2024 09:30

In primavera le fave fresche sono di stagione ed è bene sfruttarle al massimo in cucina: ecco 10 idee da provare.

La primavera è la stagione delle fave: fresche, assieme al pecorino, sono un must dei primi pranzi all’aria aperta. Ecco le migliori ricette con le fave

Cosa sono le fave?

Le fave hanno origini orientali e il più grande produttore mondiale è la Cina, anche se fin dall’antica Roma erano già conosciute anche in Europa. Rispetto all’epoca antica – probabilmente anche per i riferimenti simbolici al regno dei defunti associati ai suoi fiori bianchi striati di nero – oggi, in Italia, le fave sono consumate molto meno, mentre ne permane un largo uso in Medio Oriente e nei paesi del bacino del Mediterraneo. Un vero peccato, perché oltre a essere buone ed economiche, le fave fanno anche bene poiché sono ricche di fibre, proteine e sali minerali. Scopriamolo nel dettaglio.

Cosa contengono le fave?

Le fave sono un alimento altamente nutriente, ricco di diversi nutrienti benefici per la salute. Ecco alcune delle loro principali proprietà nutritive:

  • Proteine: Le fave sono una buona fonte di proteine vegetali, rendendole un’ottima scelta per le persone che seguono una dieta vegetariana o vegana.
  • Fibre: Sono ricche di fibre alimentari, che sono importanti per la salute digestiva e contribuiscono a una sensazione di sazietà più a lungo dopo aver mangiato.
  • Vitamine del gruppo B: Le fave contengono diverse vitamine del gruppo B, tra cui acido folico (vitamina B9), tiamina (vitamina B1) e vitamina B6. Queste vitamine svolgono un ruolo chiave nel metabolismo energetico e nella salute del sistema nervoso.
  • Minerali: Sono una fonte di minerali importanti come ferro, magnesio, fosforo e potassio. Il ferro è fondamentale per la formazione dei globuli rossi, mentre il magnesio è coinvolto in una varietà di processi biochimici nel corpo.
  • Antiossidanti: Le fave contengono antiossidanti, come flavonoidi e polifenoli, che possono aiutare a proteggere le cellule dallo stress ossidativo e ridurre il rischio di malattie croniche.
  • Bassi livelli di grassi saturi: In ultimo sono naturalmente prive di grassi saturi e contengono piccole quantità di grassi monoinsaturi e polinsaturi, rendendole un’opzione salutare per coloro che cercano di limitare l’assunzione di grassi saturi.

Complessivamente, le fave sono un alimento altamente nutritivo che può essere parte di una dieta equilibrata e salutare. Incorporarle regolarmente nella vostra alimentazione può offrire una serie di benefici per la salute a lungo termine.

Come si mangiano le fave?

Come dicevamo questi legumi sono un prodotto della terra molto diffuso nell’area del Mediterraneo. In Italia il must è mangiarle crude con un buon pecorino, e magari accompagnando il tutto con un bicchiere di novello rosso. In altre zone del mondo si gustano anche in farina e come purè. Le regioni italiane  in cui sono utilizzate maggiormente in cucina? Lazio e Sardegna. Nell’ultimo periodo sono uscite dall’uso quotidiano in cucina, ma in alcune regioni italiane resistono con forza in ricette molto gustose. Ricordate che anche le bucce delle fave sono utili in cucina: scopritelo in questo approfondimento.

Come cucinare le fave?

bulgur

Inoltre ci sono tante ricette veloci e originali per poterle adoperare in cucina: se pensate che le fave siano buone solo crude in abbinamento ai formaggi ecco a voi 10 piatti che vi faranno cambiare idea. Potete utilizzare le fave per condire un primo freddo, con le fave potete ricavare un hummus, sughi per paste fresche, o polpette sfiziose.

Ricette con le fave

Quando avete delle fave fresche a disposizione, potete sbollentarle rapidamente in acqua bollente per alcuni minuti e poi raffreddarle in acqua ghiacciata per fermare la cottura. Una volta sbucciate, potete utilizzarle in molti modi diversi in cucina. Ad esempio, potete aggiungerle alle vostre insalate per un tocco di dolcezza e una consistenza cremosa, oppure usarle come ingrediente principale in una zuppa primaverile. Se preferite, potete anche saltarle in padella con aglio e erbe aromatiche per un contorno saporito, oppure aggiungerle come topping a una pizza rustica. Le possibilità sono infinite quando si tratta di utilizzare le fave in cucina, quindi lasciate libera la vostra creatività e sperimentate nuove ricette!

  1. Pesto di fave

    Il pesto di fave fresche è una preparazione veloce dal gusto delicato, un condimento perfetto per la primavera e in particolar modo per il menu del primo maggio, giorno in cui fave e pecorino non possono certo mancare sulle nostre tavole. Le fave fresche sono facilmente reperibili in primavera, mentre il resto dell'anno di trovano secche e confezionate nei supermercati.

    Leggi la ricetta "Pesto di fave"
  2. Pasta con crema di fave fresche

    La pasta con le fave è un primo piatto primaverile fresco e molto gustoso. La nostra versione è adatta a chi segue una dieta vegetariana: la pasta è stata condita con una crema di fave, mandorle e pecorino. Questo piatto è facile da preparare e non presenta difficoltà nell'esecuzione, ma occorre del tempo per sbucciare ogni singolo legume per preparare la crema di fave. In alternativa vi consigliamo di provare anche la classica ricetta pugliese: fave e cicoria, dove la dolcezza di questo legume sposa l'amarognolo dei ciuffetti di cicoria selvatica.

    Leggi la ricetta "Pasta con crema di fave fresche"
  3. Minestrone primavera

    Il minestrone primavera è un primo piatto vegetariano leggero e saporito, a base di ortaggi di stagione: piselli, fave, patate novelle e zucchine. Per dare un tocco ancora più aromatico a questa zuppa accompagnate con un cucchiaio di  pesto di basilico, pinoli e parmigiano. Potete servire questo piatto sia caldo che tiepido, è perfetto anche per essere preparato in quantità e congelato. Il minestrone primavera si realizza piuttosto rapidamente ed è caratterizzato, oltre che dall’utilizzo di verdure di stagione, anche dal tipico profumo del pesto ligure e dalla freschezza della menta. Se amate gli ortaggi freschi e teneri di primavera, provate i risi e bisi, la vellutata di piselli e menta o le seppie con fave fresche e carciofi.

    Leggi la ricetta "Minestrone primavera"
  4. Polpette di fave. piselli e feta

    Le polpette di fave, piselli e feta in umido sono un secondo piatto vegetariano ideale da preparare nella stagione primaverile. Si tratta di un'alternativa gustosa alle classiche polpette di carne al sugo, che potrà mangiare anche chi è vegetariano. Le fave e i piselli sono resi più sapidi grazie al gusto deciso della feta. Scoprite come prepararle.

    Leggi la ricetta "Polpette di fave. piselli e feta"
  5. Zuppa di fave e verza

    La zuppa di fave secche e verza è un primo piatto appetitoso, ideale per gustare le fave anche quando sono fuori stagione. La ricetta è semplice, dalle origini contadine, e per ottenere un risultato nutriente e saporito bastano poche mosse. Il suo consumo apporta fibre, vitamine e proteine. Cosa aspettate a prepararla?

    Leggi la ricetta "Zuppa di fave e verza"
  6. Quiche con fave, salame e pecorino

    La quiche con fave, salame e pecorino è una torta salata primaverile, golosa e saporita. Perfetta per i buffet e le gite fuori porta è apprezzata anche da chi, di solito, non ama le fave. Per prepararla si parte dalle fave. Una volta cotte in una padella con un cipollotto e un po' di olio, vengono aggiunte a un composto a base di ricotta, panna fresca, pecorino grattugiato, uova e salame. Poi, la farcitura viene versata in un guscio di pasta sfoglia posizionato all’interno di uno stampo per crostata e viene infornata. La torta salata si conserva in frigorifero per 3 giorni al massimo.

    Leggi la ricetta "Quiche con fave, salame e pecorino"
  7. Fave alla campidanese

    Le fave alla campidanese sono un un contorno sfizioso tipico della Sardegna e in particolare della Regine del Campidano, ma ormai diffusa in tutta l’isola. Si tratta di semplici fave fresche lessate insieme ad aglio e menta e condite infine con il classico condimento all’italiana ovvero olio extravergine di oliva, sale e aceto. Si abbinano perfettamente con i formaggi stagionati come ad esempio il pecorino, anch’esso tipico della Sardegna. Per preparare queste fave alla campidanese ci vuole un po’ di tempo e pazienza, ma sarete ripagati dell’attesa da il loro sapore e dalla loro consistenza morbida. Le fave sono benefiche per l’intestino in quanto contengono un elevata quantità di fibre, aiutando la regolarità intestinale. Si possono gustare fresche nel loro periodo di raccolta che è in primavera fra aprile e giugno. Dopodiché è possibile trovarle secco o surgelate. Una volta cotte le fave si conservano in frigorifero, all’interno di un contenitore ermetico, per un massimo di 2 giorni. Se amate le fave provate anche la pasta con crema di fave e pecorino oppure l’hummus.

    Leggi la ricetta "Fave alla campidanese"
  8. Strozzapreti con salsicce e fave

    Gli strozzapreti con salsiccia, crema di fave e nocciole sono un primo piatto ideale da preparare nella stagione primaverile. Gli strozzapreti sono molto semplici da realizzare e si prestano a diverse varianti. Per preparare la nostra ricetta, sbollentate per prima cosa le fave; occorrono pochi minuti e in questo modo sarà più facile sbucciarle. Dopo questo primo passaggio, frullate le fave con le nocciole tostate, i formaggi grattugiati e l’olio. Noi non abbiamo aggiunto erbe aromatiche, ma se vi piacciono potete aggiungere alla crema di fave del prezzemolo, menta fresca o timo.

    Leggi la ricetta "Strozzapreti con salsicce e fave"
  9. Pasta crema di fave e pecorino

    La pasta con crema di fave e pecorino è un primo piatto veloce e gustoso preparato con fave stufate con cipollotti e frullate con basilico e pecorino grattugiato. Un piatto primaverile e dal colore verde intenso, buonissimo servito caldo con scaglie di pecorino e pepe macinato fresco. La crema di fave viene realizzata aggiungendo acqua di cottura o brodo e poi rimessa in padella per condire la pasta preferita. È consigliabile eliminare la pellicina delle fave prima di cuocerle, per ottenere un colore più intenso e un gusto più delicato. Se non seguite una dieta vegetariana e amate i sapori forti, potete aggiungere cubetti di pancetta o di guanciale rosolato.

    Leggi la ricetta "Pasta crema di fave e pecorino"
  10. Muffin fave e pecorino

    I muffin salati con fave e pecorino sono perfetti per un pranzo all'aperto. La versione salata dei muffin è, forse, più apprezzata di quella dolce per la versatilità e perché perfetta per buffet, aperitivi e picnic. I muffin con fave e pecorino sono un inno alla primavera e ai suoi ingredienti stagionali. Per renderli ancora più appetitosi si può aggiungere del salame o salame piccante, del prosciutto cotto o, ancora, della pancetta. La farina di grano si può mescolare con altre farine per dare un gusto più deciso: farina di mais, integrale o altro. Le fave hanno un sapore leggermente amaro e, volendo, per renderle più dolci, si possono privare della pellicina o sbollentare prima della cottura. Se non amate le fave utilizzate i piselli: anche surgelati.

    Leggi la ricetta "Muffin fave e pecorino"
  11. Crema di fave e piselli

    La crema di fave e piselli è la versione primaverile delle vellutate invernali calde e corroboranti. Anche in questa stagione è piacevole mangiare un primo cremoso, ma tiepido e fatto con ingredienti di stagione. Preparare la crema di fave e piselli è molto semplice, si aggiunge una patata per legare il tutto e si completa con un cucchiaio di panna acida, per un piatto più sfizioso e fresco. Potete aromatizzare la crema con salvia o menta a seconda dei gusti e servire con crostini di pane croccanti: per rendere anche questi ultimi non banali tagliate il pane a dadini, condite con poco olio extravergine di oliva aromatizzato all'aglio o al rosmarino e metteteli a dorare in una padella rovente. La panna acida è facoltativa, potete sostituirla con un cucchiaio di formaggio grattugiato o eliminarla e avere un piatto vegano.

    Leggi la ricetta "Crema di fave e piselli"
  12. Brioche fave e salame

    La corona di brioche con fave e salame è un lievitato salato ideale da preparare nel periodo primaverile, soprattutto in occasione delle feste pasquali. La nostra corona di brioche con fave e salame è piuttosto semplice da preparare e per confezionarla occorrono pochi e semplici ingredienti: farina, uova, burro, latte, fave e salame. Noi abbiamo realizzato l’impasto con la planetaria, ma potete anche farlo a mano: procedete nello stesso modo e incorporate il burro poco alla volta, fino ad ottenere un impasto omogeneo. Se volete realizzare questa ricetta in versione vegetariana, omettete il salame e aggiungete dei formaggi come ad esempio la scamorza affumicata. Se invece non amate le fave, sostituitele con i piselli leggermente scottati in acqua bollente salata. La corona di brioche con fave e salame si conserva un paio di giorni; quando è ben raffreddata, conservatela in sacchetti per alimenti, in questo modo rimarrà morbida.

    Leggi la ricetta "Brioche fave e salame"
  13. Insalata farro, fave e piselli

    L’insalata di farro con fave e piselli è un piatto unico leggero e colorato, preparato con ingredienti di primavera come le fave e i piselli. Buonissima tiepida e condita con pepe macinato fresco e un filo d’olio a crudo, questa insalata è un modo veloce ed economico per realizzare un piatto salutare e di grande effetto, perfetto in tante occasioni. Se ne avete la possibilità, utilizzate fave e piselli freschi, in alternativa anche quelli surgelati andranno benissimo allungando di qualche minuto i tempi di cottura. I pomodorini e il grana donano un tocco di acidità e sapidità a questo piatto che sprigiona, grazie ai legumi, un sapore dolce e delicato. Se non seguite una dieta vegetariana potete aggiungere al soffritto di cipolla cubetti di pancetta.

    Leggi la ricetta "Insalata farro, fave e piselli"
  14. Pizza fave e salsiccia

    La pizza con fave e salsiccia è un lievitato salato dal condimento molto ricco di fave, cipolla rossa, salsiccia e pomodoro. L’impasto di base è preparato con farina di tipo 2, rustica e saporita, e con poco lievito di birra per renderlo più leggero e digeribile. Durante la lievitazione della pasta si può preparare il condimento, che parte di certo dalle fave che devono essere sgranate, sbollentate e spellate, questa operazione richiederà un po' di pazienza. Un abbinamento vincente quello con la salsiccia cotta in padella e la dolcezza della cipolla rossa. Il tocco finale? Scaglie di pecorino romano in uscita per un matrimonio di sapori che non vi deluderà. Come tutte le pizze è ideale da mangiare in ogni occasione, con qualunque compagnia e a qualsiasi orario; questa è ottima nel periodo primaverile per la presenza delle fave fresche e il pecorino, accoppiata vincente della tradizione laziale. Provate a preparare questa ricetta per un pic nic all'aperto o per un buffet tra amici.

    Leggi la ricetta "Pizza fave e salsiccia"
  15. Hummus di fave

    L'hummus di fave con zenzero è una gustosa alternativa al classico hummus di ceci. Le fave sono ricche di sali minerali e vitamine. Tra quest'ultime soprattutto la C, vitamine del gruppo B, A ed E. Si tratta di una salsa dal sapore delicato, arricchita dal gusto inconfondibile dello zenzero, che può essere servita con il classico pane arabo o con i grissini di pane.

    Leggi la ricetta "Hummus di fave"
  16. Fave con patate

    Le fave con patate al balsamico sono un contorno perfetto per la primavera. Procuratevi fave fresche e patate novelle per un piatto di sicuro successo. Se preparate la cena per più invitati ricordatevi però che le fave hanno un alto potere allergizzante e non tutti possono mangiarne. Si ritiene che le fave siano uno dei primi legumi di cui l’uomo si sia cibato, addirittura più di tremila anni fa. Quando le fave si consumano fresche, per aumentarne la digeribilità, è consigliabile privarle della pellicina che le ricopre. Servite questo contorno per una cena leggera e salutare.

    Leggi la ricetta "Fave con patate"
  17. Bavette fave e prosciutto

    Le bavette fave e prosciutto sono il piatto perfetto per la stagione primaverile, cremoso e saporito è ideale per un pranzo veloce. Se non avete le bavette in casa sostituitele con le linguine o le trenette: i tre formati di pasta si somigliano molto e si differenziano per il calibro della sezione. Sono formati spesso conditi con sughi di pesce, pesto e condimenti cremosi. Procuratevi fave fresche avendo cura di eliminare la pellicina che avvolge ogni legume. Per una salsa che ben avvolga la pasta schiacciate leggermente le fave utilizzando una forchetta o inserendole in un mixer. Le fave sono uno dei legumi tipicamente primaverili, le potete acquistare anche surgelate, ma non sostituitele con quelle secche che ma si prestano alla creazione di zuppe e puree come il macco di fave. Se non avete il tempo o la pazienza di sbucciare le singole fave, potete non farlo, ma otterrete un risultato meno elegante. Usate un prosciutto cotto di alta qualità altrimenti sostituitelo con la pancetta che farete rosolare in padella.

    Leggi la ricetta "Bavette fave e prosciutto"
  18. Lasagne con fave e pecorino

    Le lasagne di pane carasau con fave e pecorino è un primo piatto facilissimo da fare e ideale per la stagione primaverile. Portatelo con voi per un pranzo all'aperto o un pic nic con gli amici. Potete variare la ricetta in base a cosa avete in frigo per rendere il connubio di ingredienti ancor più goloso.

    Leggi la ricetta "Lasagne con fave e pecorino"
  19. Falafel di fave

    falafel di fave sono un secondo piatto vegetariano del Medioriente. Si tratta di polpette fritte a base di fave o più comunemente di ceci, cui vengono aggiunti aglio, cipolla, prezzemolo e spezie tipiche della cucina mediorientale come cumino, coriandolo o cardamomo. I falafel di fave fresche sono una ricetta primaverile ed estiva che può essere preparata per l’antipasto o come finger food. In questa ricetta proponiamo di utilizzare fave fresche, che sono reperibili dall’inizio della primavera fino alla fine dell’estate. È bene ricordare che le fave fresche possono essere consumate crude solo se di prima raccolta, cioè quelle primaverili, più giovani e più tenere. Per il resto della stagione estiva le fave fresche possono essere consumate previa cottura. Potete anche utilizzare fave secche, dimezzando la quantità suggerita in questa ricetta e tenendole in ammollo per una notte intera. I falafel di fave sono perfetti da portare in tavola se avete ospiti vegani o vegetariani o se volete gustare un secondo leggero e nutriente.

    Leggi la ricetta "Falafel di fave"
  20. Gnocchi alla vignarola

    Gli gnocchi alla vignarola sono un gustoso primo piatto. La vignarola è tipica della trazione culinaria laziale, preparata in diverse versioni su tutto il territorio regionale. È un piatto semplice, dal sapore di altri tempi, realizzato con i principali ortaggi primaverili. Nel nome si fa riferimento alla vigna, ad indicare non solo l’appezzamento di terra coltivato a vite ma, in senso lato, la campagna in cui si alternavano le colture orticole e l’allevamento del bestiame. La vignarola infatti era un piatto che preparato con quello che si poteva facilmente reperire durante la giornata di lavoro nei campi. In questa ricetta vi proponiamo una rivisitazione della tradizionale vignarola, il condimento vegetariano è utilizzato come salsa per gli gnocchi. I principali ingredienti utilizzati sono: i carciofi, gli asparagi, la lattuga, i cipollotti e il pecorino, ma potete anche aggiungere le fave e il guanciale. Servite gli gnocchi alla vignarola ancora caldi spolverizzandoli con il pecorino fresco e decorando il piatto con foglie di menta.

    Leggi la ricetta "Gnocchi alla vignarola"
  21. Seppie fave e carciofi

    Le seppie con carciofi sono un secondo piatto semplice ma decisamente sfizioso, che combina il gusto del mare con quello della terra. La pulizia delle seppie richiede molta attenzione: bisogna eliminare l'osso centrale e asportare gli occhi, il piccolo becco al centro dei tentacoli, la sacca gialla e quella nera; le seppie medie e grandi vanno anche private della pelle superficiale. Per questo motivo per facilitare la ricetta e ridurre i tempi di preparazione si consiglia di scegliere seppie già pulite, che vanno solamente lavate sotto acqua corrente. Prediligete molluschi freschi, così da poter apprezzare al meglio il loro sapore, e variate i tempi di cottura a seconda della loro grandezza. Al posto dei classici piselli, nella ricetta proposta le seppie sono accompagnate dai carciofi e dalle fave fresche: compratele ancora nel baccello e sgusciatele al momento. Per un piatto più ricco potete aggiungere alle seppie con carciofi una salsa leggera di pomodoro.

    Leggi la ricetta "Seppie fave e carciofi"
  22. Vignarola alla roma

    La vignarola - anche chiamata vignarola alla romana - è il piatto primaverile per eccellenza poiché è cucinato con tutte le primizie di questa stagione. Dopo avervi indicato dove mangiare questo delizioso piatto della tradizione laziale e romana, vi spieghiamo come come cucinarlo a casa conservando tutti i sapori e i profumi degli ortaggi.

    Leggi la ricetta "Vignarola alla roma"
  • IMMAGINE
  • Italian-Ate
  • Vixi
  • Camel Community
  • Shutterstock