Yakitori: spiedini di pollo giapponesi

6 aprile 2014

Ingredienti per 4 persone

Gli yakitori vengono marinati seguendo la preparazione teriyaki, che identifica una serie di ricette accomunate dalla presenza di una salsa o di una riduzione a base di salsa di soia, mirin, sakè e zucchero. Ciò dona alle carni su cui viene versata e marinata il caratteristico colore il brunito, che si ottiene grazie alla caramellizzazione degli zuccheri durante la cottura. Piatto classico della cucina giapponese, gli spiedini di pollo, chiamati yakitori, sono facilmente riproducibili a casa. Oltre alla versione che proponiamo in ricetta, ci sono altre varianti che prevedono la cottura dei bocconcini di pollo saltati in padella, oppure fatti con il trancio di salmone fresco. La ricetta si presta ad essere cucinata velocemente quando si ha poco tempo per stare in cucina.

Preparazione Spiedini di pollo: yakitori

  1. Il pollo per il teriyakiTagliate il petto di pollo a cubetti regolari di circa 4 cm per lato e radunateli in una ciotola capiente; a parte scaldate brevemente i liquidi e sciogliervi all’interno lo zucchero semolato.
  2. La marinatura del pollo teriyakiMondate e tagliate a fettine sottili solo la parte verde dei cipollati e uniteli alla marinata teriyaki. Versate la marinatura sui bocconcini di pollo, coprite con pellicola alimentare a contatto e lasciate riposare in frigorifero 15 minuti.
  3. Nel frattempo sciacquate il peperone, eliminate le falde dai filamenti bianchi interni e tagliate a quadrati di di circa 4 cm per lato; tagliate anche la parte bianca dei cipollotti. Durante questa attesa immergete gli spiedini di bambù in acqua fredda che gli impedirà di bruciare durante la cottura.
  4. La preparazione degli spiedini di pollo teriyakiFormare gli spiedini alternando il pollo al peperone e ai cipollotti; conservate il liquido della marinatura. Scaldate una piastra su fiamma vivace scaldare e cuocete gli spiedini spennellandoli ripetutamente con la salsa in cui hanno marinato in precedenza; proseguite la cottura fino a che la carne non risulta internamente bianca e l’esterno croccante e caramellata. I vostri yakitori sono pronti.
Servire caldi e accompagnate con salsa teriyaki da aggiungere a piacimento.

Vino in abbinamento

A questo piatto abbinerei una Gose di Lipsia, birra di frumento ad alta fermentazione in cui la presenza di batteri lattici, da cui il sapore acidulo, i sentori di coriandolo e sale sgrassano bene e si accompagnano degnamente alla sapidità e aromaticità di questo piatto.

Emanuele Colonna Tra i più grandi esperti di birra italiani, è il proprietario di Ma che siete venuti a fà a Roma.

Lascia il tuo commento

I commenti degli utenti