Pastarelle a cappelluccio: biscotti molisani

16 Settembre 2019

Ingredienti per 6 persone

Le pastarelle a cappelluccio sono biscotti tipici della tradizione culinaria molisana. Sono biscotti friabili semplici, che si preparano in poco tempo, da accompagnare con latte, caffè o tè. Da tradizione venivano preparate a cavallo delle festività più importanti e le massaie portavano l’impasto già pronto presso i forni locali per cuocerlo. La ricetta tradizionale prevede lo strutto, in questa ricetta è stato usato olio di semi, per renderli più leggeri. Questi dolci lievitano molto durante la cottura, è quindi consigliabile non disporli troppo ravvicinati nella teglia e non usare troppo impasto. Sono perfetti per una colazione o una merenda genuina o da offrire ai vostri ospiti. Se volete provare altre specialità molisane, provate a fare le lasagne in brodo, i classici cavatelli oppure la torta soffice alle mandorle.

Preparazione Pastarelle a cappelluccio

  1. Versate la farina in una ciotola, aggiungete 200 grammi di zucchero e la scorza grattugiata del limone.
  2. Aggiungete l’olio, le uova leggermente sbattute e iniziate a mescolare.
  3. Versate l’ammoniaca nel latte e iniziate ad aggiungerlo all’impasto. Amalgamate fino ad ottenere un composto omogeneo.
  4. Rivestite una teglia con carta forno; con l’aiuto di due cucchiai trasferite l’impasto sulla teglia formando i biscotti, abbiate cura di distanziarli in quanto in cottura crescono molto. Aggiungete sulla superficie dei biscotti poco zucchero. Cuocete in forno preriscaldato a 180° C per circa 15 minuti o fino a doratura.

Sfornate, lasciate raffreddare e gustate.

Variante Pastarelle a cappelluccio

Se preferite, potete sostituire l’olio di semi con 100 grammi di strutto.