Adobo: cucina filippina

13 Maggio 2020

Ingredienti per 4 persone

L’adobo è un piatto filippino proveniente dalla cucina tradizionale anche se si gusta diffusamente anche in Sud America. È una preparazione a base di carne (maiale, come in questo caso, ma anche manzo, pollo) o pesce. Può prevedere o meno la marinatura (il termine deriva dal verbo adobar, qui con l’accezione di marinare), ma in ogni caso vuole la frittura/rosolatura in padella. L’adobo può essere considerato il piatto nazionale filippino: lo si gusta in diverse occasioni, specie quelle conviviali che vedono la famiglia riunita. Si può servire insieme a del comune riso in bianco per dare vita, così, ad un piatto unico e appagante, o considerare un secondo a tutti gli effetti. Grazie alla combinazione degli ingredienti previsti ci regala una pietanza veramente gustosa ma facilissima da preparare.

Preparazione Adobo

  1. Due ore prima di iniziare la preparazione, mescolate in una ciotola capiente la salsa di soia, l’aceto bianco, gli spicchi di aglio privati della pellicina, i grani di pepe neri e le foglie di alloro.
  2. Unite la carne di maiale tagliata a pezzi non troppo piccoli e delle stesse dimensioni. Lasciatela marinate per 2 ore.
  3. Trascorso questo tempo, versate il tutto in una padella abbastanza capiente e portate ad ebollizione su fuoco alto.
  4. Raggiunto il bollore, coprite con il coperchio e continuate a fuoco basso per 20 minuti.
  5. Girate i pezzi di carne e fate cuocere ancora per 10 minuti.
  6. Togliete il coperchio e fate addensare la salsa, ci vorranno circa 8 minuti. Una volta ben densa, spegnete la fiamma e gustate.

 

E’ possibile fare abbrustolire il maiale per 5 minuti sotto il grill prima di servirlo.

Variante Adobo

L’adobo di pollo è, probabilmente, tra le varianti più amate. Il procedimento è pressoché uguale a parte la marinatura, che può essere evitata.