Home Ricette Secondi piatti Secondi piatti di verdure Polpette di patate senza uova

Polpette di patate senza uova

Servite le polpette di patate senza uova calde, magari con una salsa al pomodoro o una maionese all’aglio come accompagnamento e proponetele come aperitivo o come secondo.

di Roberta Favazzo 3 Ottobre 2023

Le polpette di patate senza uova rappresentano un’idea per un secondo piatto vegetariano decisamente più allettante delle solite patate al forno o fritte. Sono amate sia dagli adulti che dai giovani, e possono essere servite anche nell’ambito di un aperitivo insieme ad altri finger food. Queste gustose palline, dal cuore morbido e dall’esterno croccante, non contengono uova e per questo sono indicate per coloro che ne sono allergici. Ottime come da versione che segue, potete anche arricchirle con del prosciutto cotto tritato, della mortadella, della salsiccia o con un cuore di filante scamorza affumicata. Inoltre, essendo preparate senza carne, sono una scelta gustosa per coloro che seguono una dieta vegetariana o vegana.

Ingredienti per 4 persone

  • Preparazione 20 min
  • Cottura 45 min
  • Calorie 310 Kcal x 100g
  • Difficoltà bassa

Preparazione Polpette di patate

  1. Iniziate lessando le patate in acqua leggermente salata fino a quando diventano tenere, ma non troppo molli. Scolatele e schiacciatele con uno schiacciapatate o una forchetta in una ciotola grande.

  2. In una padella, soffriggete la cipolla tritata in un po’ d’olio d’oliva fino a quando diventa traslucida, quindi aggiungete il soffritto alle patate. Unite anche il pane grattugiato, il formaggio, la farina e il prezzemolo fresco tritato e mescolate bene.

  3. La consistenza dovrebbe essere abbastanza compatta per formare delle polpette, quindi regolate la quantità di farina se necessario. Aggiustate di sale e pepe e formate delle polpette rotonde o ovali con le vostre mani.

  4. Scaldate abbondante olio vegetale in una padella antiaderente a fuoco medio-alto. Quando l’olio è caldo, friggete le polpette fino a quando risultano dorate e croccanti, scolatele su carta assorbente e servitele calde.

Polpette di patate, come servirle

Se possono essere mangiate come secondo piatto insieme ad un contorno di verdure, i modi per servire le polpette di patate non si riducono solo a questo. Potete proporle come antipasto con salse di accompagnamento, come la maionese all’aglio o una salsa di pomodoro al basilico. Sono perfette per solleticare l’appetito prima dei pasti. Se preferite servirle come contorno, accompagnatele con carni alla griglia, pesce o insalate. Possono essere un piatto principale per chi segue una dieta vegetariana. Proponetele in un buffet di qualsiasi tipo, andranno a ruba.

Polpette di patate, conservazione

Per conservare le polpette di patate in modo sicuro, dopo la cottura lasciatele raffreddare completamente a temperatura ambiente. Non mettetele in frigorifero finché sono ancora calde, poiché l’umidità condensata potrebbe renderle molli. Una volta raffreddate, avvolgetele in un foglio di pellicola trasparente o alluminio, o inseritele in un contenitore ermetico. Assicuratevi che siano ben coperte per evitare che si essicchino o assorbano odori da altri alimenti nel frigorifero. Conservatele così per un massimo di 3-4 giorni. Ma scaldatele prima di mangiarle.

Variante Polpette di patate

Polpette di patate e funghi: unite degli champignon o dei porcini tagliati a pezzetti all’impasto delle polpette per arricchirle di sapore.