Home Ricette Contorni Insalate Insalata di cavolo cappuccio e pancetta

Insalata di cavolo cappuccio e pancetta

Una insalata invernale semplice ma estremamente gustosa basata su un matrimonio sempre vincente: provate ad abbinare cavolo cappuccio e pancetta rosolata fino a diventare croccante, è una bontà.

di Roberta Favazzo 25 Dicembre 2023

Tra le ricette invernali da provare rientra lei, l’insalata di cavolo cappuccio e pancetta, un piatto fresco e saporito che si presta ad un pranzo leggero e poco impegnativo da realizzare. Il cavolo cappuccio viene tagliato sottile e mescolato con dadini croccanti di speck, ai quali vengono aggiunti olio d’oliva, aceto, sale e pepe. Il piatto che ne deriva è perfetto per chi ama il contrasto di consistenze e di sapori dei due ingredienti. Servitela a pranzo (anche quello in ufficio) o cena, accompagnandola con delle uova sode ed una fetta di pane ai cereali, per un’esperienza più che soddisfacente.

Ingredienti per 4 persone

  • Preparazione 10 min
  • Cottura 5 min
  • Calorie 80 Kcal x 100g
  • Difficoltà molto bassa

Preparazione Insalata di cavolo cappuccio e pancetta

  1. Tagliate il cavolo cappuccio a strisce sottili e mettetelo in una ciotola capiente. Tagliate le carote a julienne.

  2. Tagliate la pancetta a strisce sottili o dadini e fatela rosolare in padella con olio fino a quando diventa dorato e croccante. Aggiungetelo al cavolo.

  3. In una ciotola a parte, mescolate lo yogurt, l’olio d’oliva, il limone, il sale e il pepe.

  4. Versate la salsa sul cavolo e lo speck. Mescolate bene per distribuire uniformemente il condimento e servite.

Qual è la differenza tra cavolo cappuccio e verza?

Il cavolo cappuccio e la verza sono due varietà di cavolo, ma differiscono nella forma e nel gusto. Il primo ha foglie chiare e lisce, ed è adatto per insalate crude o come involucro per involtini, per vellutate e primi piatti, nonché per contorni. La verza ha foglie più scure, spesse e ondulate, è adatta per essere cotta, ad esempio in zuppe o stufati. Ha un sapore leggermente più amaro rispetto al cavolo cappuccio ma si presta, allo stesso modo, per dare vita ad involtini ripieni di carne macinata o di riso.

Insalata di cavolo cappuccio e speck, conservazione

Per conservare l’insalata di cavolo cappuccio e speck riponetela in un contenitore ermetico in frigorifero. Se non l’avete ancora condita, evitate di aggiungere il condimento per poi unirlo poco prima di portarla in tavola. Consumatela entro 2-3 giorni al massimo. Se notate un ammorbidimento del cavolo, non temete, è normale. Potreste comunque aggiungere croccantezza con qualche noce o mandorla tostata e tritata.

Variante Insalata di cavolo cappuccio e pancetta

Insalata di cavolo cappuccio e speck con mele, la variante con la frutta dal sapore nettamente più dolce ma non meno intrigante.