Bignè di San Giuseppe

24 febbraio 2014

Ingredienti per 6 persone

I bignè di San Giuseppe sono dei dolci fritti tipici della cucina romana. Tradizionalmente sono preparati in occasione del 19 marzo, festa di San Giuseppe e quindi anche festa del papà, ma in quanto fritti sono presenti nelle pasticcerie già da febbraio e per questo motivo sono entrati a far parte dei dolci di Carnevale. Queste frittelle ripiene di crema pasticcera, che possono essere fritte oppure cotte al forno, sono una variante delle classiche zeppole di San Giuseppe che sono invece di tradizione napoletana e dalle quali differiscono solo per alcune piccole varianti di ingredienti. L’aggiunta delle uova è importantissima poiché sono proprio queste a fare gonfiare l’impasto al momento della frittura. Il segreto per una buona riuscita dei bignè di San Giuseppe è una una lenta frittura che deve avvenire in due fasi e a due temperature: quella iniziale a 160 °C e quella finale a 180 °C.

Preparazione Bignè di San Giuseppe

  1. Preparate la crema pasticcera con 1/2 l di latte. 50 g di farina, 150 g di zucchero semolato, 5 tuorli e la scorza grattugiata del limone come mostrato nel video di Agrodolce.
  2. La preparazione dei bignè di San GiuseppeVersate l'acqua in una pentola, aggiungete il burro, il pizzico ci sale e portate a ebollizione. Abbassate il fuoco, aggiungete a pioggia 150 g di farina e mescolate vigorosamente con un cucchiaio di legno fino a ottenere un impasto liscio che si stacchi facilmente dalle pareti della pentola.
  3. La preparazione dei bignè di San GiuseppeTogliete dal fuoco. Rompete le uova in una ciotola e mescolatele con una forchetta. Aggiungetele poco alla volta all'impasto nella pentola e mescolate molto velocemente per incorporarle completamente. L'impasto deve avere una consistenza molto morbida: lasciatelo riposare per 5 minuti per farlo compattare leggermente. Versate 3-4 dita di olio all'interno di una padella e fategli raggiungere la temperatura di 160 °C.
  4. Il confezionamento dei bignè di San GiuseppeVersate l'impasto dei bignè in un sac à poche con una punta di 1.5 cm e confezionate i bignè sul piano di lavoro oppure su un vassoio o piatto con la superficie liscia.
  5. Una volta pronti aiutatevi con una spatola per prelevarli e farli scivolare nell'olio bollente, cuocete pochi pochi bignè alla volta perché aumenteranno di volume durante la cottura. Lasciateli cuocere per qualche minuto e, quando saranno sufficientemente gonfi alzate la fiamma, portate l'olio alla temperatura di 180 °C e lasciate dorare i bignè su entrambi i lati. Scolateli e lasciateli asciugare dall'olio in eccesso su carta paglia o carta assorbente da cucina. Proseguite con la frittura dei bignè e ricordate di abbassare sempre la temperatura dell'olio tra una cottura e l'altra. Lasciate raffreddare i bignè e farciteli con la crema pasticcera aiutandovi con una siringa o un sac à poche. Spolverizzateli con lo zucchero a velo e serviteli.
Accompagnate con una tazza di tè o caffè.

Variante Bignè di San Giuseppe

Aromatizzate l'impasto aggiungendo un cucchiaino di scorza di limone grattugiata.

I commenti degli utenti