Home Ricette Contorni Contorni di verdure Carciofi alla romana

Carciofi alla romana

I carciofi alla romana sono un contorno tipico della cucina laziale. Sono molto semplici da cucinare: scopri tutti i segreti della ricetta su Agrodolce.

di Martina Parenzan 21 Febbraio 2024

I carciofi alla romana, come suggerito dal nome, sono un contorno tipico della cucina romana. Il carciofo è da sempre un ortaggio molto apprezzato in tutto il territorio della regione. Nel Lazio sono infatti coltivati i cimaroli, conosciuti anche come mammole, una varietà di carciofo che si contraddistingue per avere poche foglie spinose e che è particolarmente indicata per essere impiegata per la preparazione di questa ricetta. Il piatto, di origini antichissime e appartenente alla tradizione della cucina povera, è sempre presente nei menu delle trattorie romane. Gli ingredienti per cucinare i carciofi alla romana sono pochi e semplici (carciofi, prezzemolo, mentuccia e olio extravergine di oliva) e, per questo motivo, occorre utilizzarli freschissimi e di alta qualità. La cottura deve essere dolce e lenta in modo tale che i carciofi diventino tenerissimi e perfetti da mangiare anche senza impugnare il coltello. I carciofi alla romana possono essere serviti sia come contorno che come portata principale, nel primo caso si sposano con secondi di carne leggeri come il petto di pollo o una scaloppina di maiale,  nel secondo caso accompagnateli con del pane da intingere nel fondo di cottura. Se vi dovessero avanzare i carciofi alla romana conservateli in un contenitore ermetico in frigo, potrete utilizzarli poi per rendere ancora più ricca un’insalata di stagione o da aggiungere alla pizza fatta in casa o per condire una pasta o un risotto.

Ingredienti per 4 persone

  • Preparazione 15 min
  • Cottura 20 min
  • Calorie 150 Kcal x 100g
  • Difficoltà bassa

Preparazione

  1. Mondate perfettamente i carciofi seguendo il video delle tecniche di base sulla pulizia dei carciofi di Agrodolce (video ricetta). Una volta puliti lasciate i carciofi a bagno in acqua acidulata con il limone.

  2. Preparate un trito con il prezzemolo, la mentuccia, lo spicchio d’aglio, il pangrattato e un filo di olio extravergine di oliva. Prendete i carciofi, asciugateli con la carta da cucina e aprite leggermente le foglie con le mani. Con l’aiuto di un cucchiaino riempite e farcite i carciofi internamente.

  3. Il carciofi e il loro ripieno

  4. Scaldate due cucchiai di olio extravergine di oliva in un tegame dai bordi alti e disponete i carciofi a testa in giù nella pentola. Fate cuocere per 2 minuti dopodiché aggiungete acqua calda fino a ricoprire la metà dei carciofi, aggiustate di sale e pepe e lasciate cuocere con il coperchio per circa 20 minuti. Servite i carciofi ancora caldi.

  5. step3

Accompagnate i carciofi con la salsa creatasi durante la cottura.