Home Ricette Preparazioni di base Creme Crema pasticcera senza latte

Crema pasticcera senza latte

E’ una delizia adatta a molti: la sua versatilità la rende un ingrediente essenziale per chiunque desideri godere della bontà della crema pasticcera senza compromettere le proprie esigenze.

di Roberta Favazzo 4 Dicembre 2023

La crema pasticcera senza latte è la variante, adatta agli intolleranti al lattosio e non solo, di una delle basi della pasticceria italiana. Una versione diversa dal solito e versatile che accontenta tutti i palati. Si prepara utilizzando l’acqua o alternative vegetali come il latte di mandorle, di soia o di riso ed aggiungendo fecola, zucchero, tuorli e poco altro. E’ perfetta per chi non può ingerire prodotti che contengano lattosio e, nella sua versione senza uova, anche ai vegani. Oltre questo, è la soluzione adatta anche per chi desidera esplorare nuove opzioni senza compromettere il gusto. La sua versatilità, infatti, rende la crema pasticcera senza latte adatta a tantissime preparazioni: si può usare per torte, bignè, crostate o per guarnire dessert vari.

Ingredienti per 4 persone

  • Preparazione 5 min
  • Cottura 15 min
  • Calorie 80 Kcal x 100g
  • Difficoltà bassa

Preparazione Crema pasticcera senza latte

  1. In una pentola versate l’acqua (o il latte di soia). Aggiungete i tuorli d’uovo, lo zucchero e la fecola di patate o maizena.

  2. Mescolate bene fino a ottenere una consistenza omogenea. Aromatizzate con la vaniglia e cuocete a fuoco medio-basso, mescolando costantemente fino a che la crema si addensa.

  3. Una volta pronta, spegnete la fiamma, fate intiepidire ed utilizzate a piacere.

Crema pasticcera senza latte, come si conserva

Per conservarla nel migliore dei modi, trasferitela in un contenitore ermetico o copritela con della pellicola trasparente, assicurandovi che questa sia a contatto con la superficie della crema per evitare la formazione di una crosta. Ponete in frigorifero per un massimo di 2-3 giorni. Se desiderate prolungarne la conservazione, potete congelarla in piccoli contenitori, ma fino a 1 mese. Prima di utilizzarla dopo la conservazione in frigorifero o congelatore, mescolatela bene per ripristinarne la consistenza cremosa.

Crema pasticcera senza latte, come usarla

Potete usarla come quella tradizionale. Ad esempio, come farcia della pasta sfoglia per una variante della classica millefoglie. Potete sfruttarla per guarnire cupcakes o muffin per donare loro un tocco delizioso. Ancora, potete servirla con frutta fresca per un dolce al cucchiaio leggero ed accattivante. Versata all’interno di bicchieri e sormontata da lingue di gatto o altri biscotti diventa un allettante dolcetto improvvisato. Infine, potete renderla ogni volta diversa incorporando aromi come vaniglia, cioccolato o agrumi per personalizzarla a seconda delle occasioni.

Variante Crema pasticcera senza latte

La crema pasticcera senza latte si può preparare anche con l’acqua di cocco, per una versione dal profumo leggermente esotico.