Home Ricette Primi piatti Pane e Pizza Pizza fritta napoletana

Pizza fritta napoletana

La pizza fritta è una preparazione tipica di Napoli e dell’Italia centrale: si confeziona friggendo la pasta della pizza farcita con ricotta e salumi.

Vota
di Gabriele Valdès 23 Ottobre 2023

La pizza fritta è una preparazione diffusa in tutto il Sud Italia dove, con nomi differenti, si adatta alle tradizioni delle singole regioni. Nata nel dopoguerra per le strade di Napoli, la pizza fritta era una variante più povera della pizza classica che richiedeva l’utilizzo del condimento. Le pizze fritte erano vendute in strada dalle donne che friggevano porzioni d’impasto che però non avevano alcuna farcitura. Con il passare del tempo fu riempita in modi differenti fino ad arrivare alla preparazione classica che prevede la presenza di ricotta e salumi. L’impasto della pizza fritta è molto simile a quello della pizza napoletana con la quale ha in comune la stessa sofficità. I dischi d’impasto sono farciti con ricotta, pepe e cicoli ovvero le parti di grasso che derivano dalla lavorazione della sugna o strutto. A volte è prevista l’aggiunta di fiordilatte o provola affumicata. L’impasto è sigillato a mezza luna e fritto in olio di semi bollente fino a doratura. La farcitura della pizza fritta può variare con l’aggiunta di salame, come nella ricetta proposta, oppure con altri salumi e formaggi.

Ingredienti per 4 persone

  • Preparazione 40 min
  • Tempo di riposo 540 min
  • Calorie 320 Kcal x 100g
  • Difficoltà media

Preparazione Pizza fritta

  1. Sciogliete il lievito e il sale nell’acqua mescolando bene con la mano.

  2. la_preparazione_della_pizza_fritta_001

  3. Aggiungete la farina poco alla volta e mescolate prima con la spatola e dopo con la mano.

  4. la_preparazione_della_pizza_fritta_002

  5. Alla fine unite anche l’olio e continuate a impastare sul piano di lavoro.

  6. la_preparazione_della_pizza_fritta_003

  7. Coprite con pellicola trasparente e lasciate riposare per 10 minuti. Riprendete l’impasto e lavoratelo sul piano di lavoro per 2-3 minuti. Cercate di incorporare aria mente fate le pieghe ma senza stringere. Chiudete l’impasto, coprite con pellicola trasparente e fate riposare per 6 ore a temperatura ambiente.

  8. la_preparazione_della_pizza_fritta_004

  9. Una volta trascorso il tempo, riprendete l’impasto e formate 4 palline. Lasciatele lievitare 2-3 ore su una teglia infarinata e coprite con pellicola trasparente.

  10. la_preparazione_della_pizza_fritta_006

  11. Trascorso il riposo stendete le palline di impasto e farcitele con ricotta, salame a pezzettini e un filo di olio.

  12. la_preparazione_della_pizza_fritta_007

  13. Ripiegate a forma di mezza luna e sigillate con cura i bordi.

  14. la_preparazione_della_pizza_fritta_008

  15. Fate cuocere in abbondante olio di arachidi fino a doratura. Servite calda.

  16. la_frittura_della_pizza_fritta

Qual è la differenza tra pizza fritta e panzerotto?

La differenza tra la pizza fritta napoletana e il panzerotto pugliese sta tanto nell’impasto che nella farcitura. L’impasto per la pizza fritta è quello utilizzato per la pizza napoletana, quindi è molto idratato e più complesso da lavorare a livello casalingo. Il panzerotto, invece, ha un impasto meno idratato pertanto è più facile da gestire e dopo la cottura risulta più croccante e meno scioglievole. Per il ripieno: laddove la pizza fritta solitamente viene riempita con cicoli e ricotta, il panzerotto è farcito con pomodoro e mozzarella.

Variante Pizza fritta

Potete variare il ripieno a piacimento.