Le materie prime di qualità che fanno la differenza


Ciò che rende unica la cucina napoletana è la sua vastità, dai piatti poveri a quelli con ingredienti pregiati, dagli antipasti ai dolci, dalle ricette di carne a quelle di pesce, passando per l’utilizzo vario e creativo delle verdure. Tutto ciò non sarebbe però possibile senza delle materie prime di ottima qualità: mozzarella di bufala, fior di latte, pasta artigianale, pomodorini vesuviani, friarielli, scarola, zucchine, peperoni, melanzane, ma anche crostacei, molluschi, pesce azzurro e carne, dalle salsicce al macinato, sono tutti ingredienti ampiamente presenti nelle ricette tradizionali.

I piatti della tradizione, dai fritti ai secondi


Magari senza rendercene nemmeno conto, mangiamo quotidianamente piatti della tradizione partenopea, seppure leggermente modificati secondo le usanze locali. Tra gli esempi più ovvi citiamo:

Esistono tuttavia peculiarità che sono rimaste più circoscritte rispetto al loro luogo di origine. Una delle tradizioni napoletane per eccellenza è il cuoppo, un piccolo cono di carta ricolmo di frittura di ogni genere, vero e proprio street food partenopeo. Ma la passione per il fritto, a Napoli, spazia in lungo e in largo. Parmigiana , crocchè di patate, pizzette fritte sono solo alcuni degli innumerevoli esempi che potremmo fare. L’elenco delle pietanze da provare durante un soggiorno a Napoli o in Campania è piuttosto esteso, ma difficilmente, al di fuori dei confini partenopei, potrete gustare preparazioni all’altezza di piatti come:

La pasticceria napoletana


Un capitolo a parte merita la pasticceria partenopea. I dolci napoletani della tradizione sono molteplici e così buoni da essere notoriamente apprezzati non solo a livello nazionale, ma anche oltre i confini italiani. Parliamo sia di pasticcini propriamente napoletani come i babà, le già citate sfogliatelle – ricce o frolle – e le cartucce, che di torte e dolci originari di altre parti della Campania ma ormai comuni anche a Napoli. Tra questi, impossibile non menzionare la torta caprese e le delizie al limone .

La cucina partenopea delle Feste


Infine, la cucina napoletana delle Feste. Se la pasticceria locale non ha limiti, è durante le varie Festività dell’anno che dà il meglio di sé - e non da meno sono le ricette salate. A febbraio, ad esempio, sono i dolci di Carnevale come il migliaccio o le golosissime graffe (ciambelle fritte spolverate di zucchero a velo) a riempire le vetrine delle pasticcerie. Le ricette di Pasqua sono ancora più numerose e molti dei piatti più noti della cucina napoletana sono tipici di questo periodo. Qualche esempio? Il celebre casatiello , il tòrtano e la pastiera napoletana sono di certo le tre preparazioni più conosciute. Infine, come non menzionare il vastissimo menu delle festività natalizie ? Questi sono i giorni in cui la cucina napoletana sfoggia le migliori prelibatezze: tra le pietanze salate non possono mancare lapizza di scarole, glispaghetti alle vongole, il baccalà e l’insalata di rinforzo, mentre mostaccioli,susamielli, roccocò e struffoli sono i fine pasto della tradizione.

La cucina napoletana è troppo varia e golosa per non assaggiarne ogni piatto. Noi di Agrodolce vi proponiamo tutte le ricette tradizionali (e qualche variante creativa): quale proverete per prima?

Saltimbocca napoletani: panini semplici da realizzare

I saltimbocca napoletani sono dei panini facili da realizzare in casa: occorre solo farina, acqua, sale e lievito.

  • Difficoltà
  • bassa
  • Preparazione
  • 60 minuti
  • Riposo
  • 2 ore
  • Calorie
  • 380 per 100 g

Pizza Paesana, con zucca e salsiccia

la Pizza Paesana è perfetta per l’autunno con la sua farcia di zucca e salsiccia: ecco come si prepara in casa passo per passo.

  • Difficoltà
  • media
  • Preparazione
  • 40 minuti
  • Riposo
  • 18 ore
  • Calorie
  • 320 per 100 g

Pizza il casolare: un gusto campano

La Pizza il casolare è una delle creazioni di Gino Sorbillo si realizza con pomodori San Marzano DOP e bocconcini di mozzarella di bufala campana DOP.

  • Difficoltà
  • bassa
  • Preparazione
  • 30 minuti
  • Riposo
  • 8 ore
  • Calorie
  • 310 per 100 g

Sfogliatine sfiziose con patate e speck

Le Sfogliatine con patate e speck sono un antipasto molto sfizioso da portare a tavola per un buffet con amici o una cena in piedi.

  • Difficoltà
  • media
  • Preparazione
  • 90 minuti
  • Riposo
  • 60 minuti
  • Calorie
  • 429 per 100 g

Montanara fritta, come si fa a Napoli

La montanara è un pizzetta fritta tipica della tradizione partenopea, condita con sugo di pomodoro, formaggio grattugiato e basilico fresco.

  • Difficoltà
  • media
  • Preparazione
  • 50 minuti
  • Riposo
  • 12 ore
  • Calorie
  • 370 per 100 g

Sformato di patate con prosciutto e mozzarella

Lo Sformato di patate con prosciutto e mozzarella è un secondo piatto ricco ideale per una cena o da mangiare freddo il giorno seguente.

  • Difficoltà
  • bassa
  • Preparazione
  • 80 minuti
  • Calorie
  • 420 per 100 g

Saltimbocca, panino farcito

Il saltimbocca napoletano è un panino realizzato con la pasta per pizza di forma allungata, morbido dentro e fragrante fuori, adatto a svariati ripieni.

  • Difficoltà
  • bassa
  • Preparazione
  • 2h 30'
  • Calorie
  • 300 per 100 g

Panzarotti napoletani, farli in casa è semplicissimo

I panzarotti sono delle crocchette di patate tipiche della cucina napoletana, preparate con caciocavallo, pepe, salame e strutto

  • Difficoltà
  • media
  • Preparazione
  • 90 minuti
  • Calorie
  • 370 per 100 g

A Napoli San Gennaro si celebra con un dolce (e un concorso)

A Napoli la festa di San Gennaro, il 19 settembre, è l’occasione per celebrare il santo e mangiare i dolci, tradizionali e innovativi.

Crocchè napoletani: la ricetta vegetariana

I crocchè napoletani sono l’antipasto perfetto per una cena golosa, è una versione vegetariana.

  • Difficoltà
  • bassa
  • Preparazione
  • 2 ore
  • Calorie
  • 340 per 100 g

Pizza alla parmigiana, la ricetta del maestro Franco Pepe

La pizza alla parmigiana è una delle ricette del maestro pizzaiolo Franco Pepe: questa è la sua ricetta per realizzarla in casa.

  • Difficoltà
  • media
  • Preparazione
  • 60 minuti
  • Riposo
  • 9 ore
  • Calorie
  • 420 per 100 g

Frittata di spaghetti con pancetta e scamorza, solo se non dovete stare attenti alla linea!

La frittata di spaghetti è un piatto unico, da gustare tiepido per pranzo o per un pic nic all’aperto: ecco come si fa con pancetta e scamorza.

  • Difficoltà
  • bassa
  • Preparazione
  • 46 minuti
  • Calorie
  • 370 per 100 g

Calzone ripieno ai formaggi di Gino Sorbillo

Il calzone ripieno ai formaggi ha un tempo di riposo lungo, tuttavia il risultato sarà dei migliori, facendo così dimenticare l’attesa.

  • Difficoltà
  • media
  • Preparazione
  • 40 minuti
  • Riposo
  • 7 ore
  • Calorie
  • 640 per 100 g

Impasto integrale per la pizza di Gino Sorbillo

L’impasto integrale per la pizza di Gino Sorbillo si ottiene con farina 00 e farina integrale è perfetto per la pizza fatta in casa.

  • Difficoltà
  • media
  • Preparazione
  • 50 minuti
  • Riposo
  • 10 ore
  • Calorie
  • 340 per 100 g

Pizza cicoli e ricotta

La Pizza cicoli e ricotta è una ricetta di Gino Sorbillo che si può preparare in casa: ecco come si fa

  • Difficoltà
  • media
  • Preparazione
  • 25 minuti
  • Riposo
  • 10 ore
  • Calorie
  • 480 per 100 g
1 2 3 4 5 6 7 ... 17»