Polpette di pollo thai

19 febbraio 2014

Ingredienti per 4 persone

Le polpette di pollo thai, il cui nome originale è ping gai, sono cotte a mo’ di spiedini e rappresentano uno dei principali street food thailandesi. Generalmente cotti su griglia, proprio come i nostri arrosticini abruzzesi, in questo caso li proponiamo cotti su piastra per una maggiore replicabilità in casa. La pasta di curry e lo zucchero di palma conferiscono profumo e complessità alla carne di pollo mentre gli steli di lemon grass aggiungono una piacevole sensazione di freschezza alla preparazione. Volendo si possono condire con alcune gocce di succo di lime a fine cottura. Per non far bruciare gli steli di lemon grass è consigliabile tenerli a bagno prima della cottura in acqua fredda per 10 minuti; volendoli servire come finger food è preferibile aggiungere come sostegno un bastoncino di bambù. L’impasto per queste polpette non necessita di alcuna aggiunta di uovo in quanto l’albumina, naturalmente contenuta nella carne di pollo, la compatterà in cottura, garantendo la tenuta dell’impasto.

Preparazione Polpette di pollo thai

  1. Gli ingredienti delle polpette di pollo thaiPrivate il peperoncino dei semi e tritatelo finemente insieme a 3 cm di zenzero sbucciato; a parte mondate la cipolla e tagliatela a brunoise fine, potete eseguire il taglio seguendo il video dei tagli aromatici di Agrodolce.
  2. L'impasto delle polpette di pollo thaiIn una ciotola mescolate la carne di pollo macinata con il trito ottenuto in precedenza, la pasta di curry, lo zucchero di palma e le polveri di coriandolo e cumino; lavorate con le mani per amalgamare tutti gli ingredienti. Lasciate riposare coperto con pellicola alimentare in frigorifero 30 minuti.
  3. Suddividete il composto in 8 parti e, aiutandovi con le mani bagnate, schiacciate le polpette lungo ciascuno stelo di lemon grass per compattare bene. Scaldate una griglia su fuoco moderato e cuocete le polpette; girate spesso per favorire una cottura omogenea. Servite le polpette ben calde.
Accompagnate con riso bianco condito con cipollotti freschi tagliati a rondelle.

Vino in abbinamento

Abbinate una ribolla gialla: il naso non invadente di questo vitigno permette di apprezzare a pieno la complessità della pasta di curry mentre la bocca asciutta e sottile accompagna piacevolmente le note fresche del cumino e del lemon grass amplificando la sensazione agrumata e lievemente astringente in fondo al palato.

Fabrizio Pagliardi Sommelier ed esperto di vini francesi
  • IMMAGINE
  • Fabrizio Pagliardi

I commenti degli utenti