Tamales: involtini latino-americani

26 agosto 2015

Ingredienti per 4 persone

I tamales sono un piatto tipico dell’America centrale molto diffuso anche nella cucina messicana, il nome tamal (al singolare) deriva dalla lingua náhuatl, “tamalli” significa avvolto, infatti i tamales sono degli involtini preparati tradizionalmente con un impasto a base di mais ripieno di carne, verdure, frutta o altri ingredienti. L’impasto viene avvolto in foglie di pannocchia e/o di mais, banane, avocado o maguey (agave americana). La cottura può avvenire al vapore o possono essere lessati in abbondante acqua, i tamales solitamente accompagnati da bevande dolci tradizionali come l’atole, champurrado, café de olla o la cioccolata calda. I tamales possono essere salati o dolci a seconda degli ingredienti che li compongono, in Messico esistono una quantità considerevole di tipi di tamales, tra l’alto il nome e le farciture cambiano da regione a regione. Nella regione azteca i tamales vengono consumati quotidianamente a colazione o come merenda ma sono anche una portata durante banchetti allestiti per battesimi, matrimoni o durante le feste natalizie. Questo piatto viene anche preparato come offerta nella celebrazione del giorno dei morti o nei festeggiamenti del giorno della Candelora.

Preparazione Tamales

  1. tamales (1)Lavate la carne, tamponatela con carta da cucina e mettetela in una pentola. Unite uno spicchio di aglio, le foglie di alloro e mezzo cucchiaio di sale. Coprite con acqua e cuocete fino a che la carne risulta tenera: dovete prestare attenzione al livello dell'acqua che non deve mai scendere al di sotto della superficie della carne. Una volta cotta la carne, mettetela in un piatto e filtrate il brodo. Tenetelo da parte. Mettete i peperoncini ammollo in una ciotola con acqua per 10 minuti. Togliete il picciolo, tagliateli per lungo ed eliminate i semi e le venature. Sbollentate i pomodori, eliminate la buccia e i semi, uniteli ai peperoncini e a uno spicchio di aglio. Frullate per ottenere una salsa. Sfilettate la carne e mettetela in una casseruola, versate la salsa e unite una macinata di pepe, il cumino e poco sale. Unite un mestolo di brodo e cuocete per 15 minuti per fare restringere la salsa. Tenete da parte.
  2. tamales (2)Ammorbidite le foglie di mais in una ciotola e abbondante acqua: le foglie devono risultare coperte. Mettete lo strutto in una ciotola capiente e montate con le fruste per 5 minuti. In una seconda ciotola versate la farina e il lievito, mescolate e aggiungete a filo un mestolo di brodo. Impastate fino a ottenere un composto morbido e compatto che si stacchi facilmente dalle mani. Unite allo strutto e lavorate con le fruste elettriche a velocità media per 10 minuti. L'impasto deve risultare gonfio e leggermente appiccicoso.
  3. tamales (3)Togliete le foglie dall'acqua e strizzatele bene. Tagliatene una a strisce sottili, una volta pronti i tamales adopererete le strisce per legarli. Stendete ogni foglia sul piano di lavoro, farcitela con due cucchiai di impasto, distribuendolo uniformemente.
  4. tamales (4)Unite un cucchiaio di carne.
  5. tamales (5)Con l'aiuto della foglia stessa chiudete partendo dai lati.
  6. tamales (6)Ripiegate verso l'interno le estremità.
  7. tamales (7)Legate il tamal per tenerlo stretto.
  8. tamales (8)Disponete i tamales in una vaporiera e cuocete per circa 90 minuti.

I commenti degli utenti