Ricetta Casatiello napoletano

3 marzo 2014

Ingredienti per 8 persone

Il casatiello è una torta rustica salata tipica della cucina napoletana. Questo piatto viene tradizionalmente preparato e consumato nel periodo pasquale. Non a caso forme e simboli sono proprio quelli legati a questa festa: uova e croci come quelle che fissano le uova alla ciambella salata. Il nome Casatiello deriva dal termine dialettale napoletano caso che significa formaggio e che è presente in quantità abbondante all’interno dell’impasto. Il formaggio che tradizionalmente si usa è il pecorino romano ma le varianti prevedono anche l’impiego di altri tipi di formaggi: parmigiano, emmenthal e provolone. Ingrediente imprescindibile, secondo la ricetta tradizionale, è il salame tipo Napoli ma come variante si possono utilizzare anche mortadella o prosciutto cotto tagliato a dadini. Il casatiello è ideale servire per la classica colazione del giorno di Pasqua oppure da portare nella consueta gita di pasquetta. Questa ciambella salata si può preparare con qualche giorno di anticipo e si può conservare fino al momento della consumazione. Ecco la ricetta del casatiello napoletano proposta da Agrodolce.

Preparazione Ricetta Casatiello napoletano

  1. L'impasto del casatielloSciogliete il lievito e il malto in 250 ml di acqua tiepida e mescolateli. Versate le 2 farine a fontana e nel centro aggiungete lo strutto, un po' di sale e tanto pepe. Versate pian piano tutta l'acqua con il lievito e cominciate a impastare dal centro verso l'esterno. Aggiungete altra acqua poco alla volta finché necessario, la quantità varia molto in base alla farina utilizzata. Continuate a impastare fino a ottenere una pasta molto morbida e non troppo secca. Se esagerate con l'acqua non aggiungete altra farina ma continuate a impastare poiché la farina manitoba assorbe molto bene l'acqua in eccesso. Mettete l'impasto in una ciotola grande e coprite con un canovaccio da cucina.
  2. L'impasto del casatielloLasciate lievitare l'impasto in un posto caldo finché non avrà raddoppiato il suo volume. Nel frattempo tagliate a pezzetti il salame e i formaggi.
  3. Il confezionamento del casatielloQuando l'impasto è lievitato, prelevate una pallina di impasto e tenetela da parte. Infarinate il piano di lavoro e stendete l'impasto con il matterello fino a raggiungere lo spessore di 1 cm. Disponete i formaggi (potete utilizzare provola e pecorino in uguale quantità oppure impiegare una maggiore quantità di pecorino) e il salame sopra la pasta e arrotolatela delicatamente su se stessa. Unite e sigillate i bordi per formare una ciambella. Oliate uno stampo circolare per ciambella di 28-30 cm e disponete il casatiello al suo interno. Mettete di nuovo a lievitare per circa un'ora e mezza.
  4. Il confezionamento del casatielloTrascorso il tempo di lievitazione, disponete le uova intere sulla ciambella e bloccatele con alcune strisce di impasto ricavate dalla pallina di pasta tenuta da parte in precedenza. Infornate in forno già caldo a 160 °C per 15 minuti, alzate la temperatura a 180 °C e continuate la cottura per altri 45 minuti.
Servite freddo.

Vino in abbinamento

La tradizione pasquale partenopea, un classico delle feste. Per l'abbianmento scegliamo un vino frizzante e piacevole: volendo restare sul territorio, un Gragnano Penisola sorrentina D.O.C., in alternativa un Lambrusco reggiano.

Alessio Pietrobattista Esperto di vino, collabora con diverse guide del settore

I commenti degli utenti