Home Ricette Dolci Cicerchiata senza glutine

Cicerchiata senza glutine

La cicerchiata abruzzese è un dolce tipico delle feste che si gusta diffusamente anche a Carnevale: ecco come ottenere la versione senza glutine.

di Roberta Favazzo 17 Febbraio 2023

La cicerchiata è un dolce tradizionale della cucina italiana, originario dell’Abruzzo. In questa versione senza glutine è utile per consentire a tutti, celiaci compresi, di festeggiare il Carnevale con un dolce goloso che fa parte da sempre del periodo più pazzo e divertente dell’anno. La cicerchiata senza glutine, simile agli struffoli, consiste in tante piccole palline di pasta fritte e sistemate su un piatto dopo essere state immerse nel miele o nello zucchero. Ecco come prepararla.

Ingredienti per 6 persone

  • Preparazione 30 min
  • Cottura 30 min
  • Tempo di riposo 30 min
  • Calorie 430 Kcal x 100g
  • Difficoltà bassa

Preparazione Cicerchiata senza glutine

  1. Impastate su una spianatoia la farina, le uova, lo zucchero e l’olio. Lavorate con le mani fino ad ottenere un impasto sodo e omogeneo. Fatelo riposare per 30 minuti.

  2. Ricavate dalla pasta dei rotolini e tagliateli in piccoli pezzi di circa un centimetro. Trasferiteli in una pentola capiente nel quale avrete messo a scaldare olio di semi profondo. Fate friggere fino a quando saranno dorati, scolateli su carta assorbente.

  3. Versate il miele in una padella e fatelo sciogliere insieme allo zucchero. A questo punto unite la cicerchiata e mescolate bene per fare in modo che si ricopra completamente.

  4. Trasferitela in un piatto creando un anello e decorate a piacere con confettini colorati e ciliegie candite.

Come conservare la cicerchiata

La cicerchiata può essere conservata in un contenitore ermetico per 1 settimana circa a temperatura ambiente. Chiudete bene il contenitore per evitare che il dolce si secchi a contatto con l’aria. Solo così si manterrà morbida e gustosa. Potete anche congelarla, magari prima di cospargerla con il miele. In freezer si conserva per circa 3 mesi. Assicuratevi di scongelarla completamente prima di consumarla. E di condirla solo dopo.

Differenza tra cicerchiata o struffoli

Cicerchiata e struffoli sono entrambi dolci tradizionali della cucina italiana, ma hanno alcune differenze. La cicerchiata è un dolce originario dell’Abruzzo, fatto di piccole palline di pasta fritta, simili a ceci, con una glassa di miele e zucchero. Gli struffoli sono un dolce tipico della Campania, fatto anche in questo caso di palline di pasta fritta, ma più grandi delle precedenti, anche loro glassate con miele e decorate con frutta candita. Entrambi i dolci vengono solitamente serviti durante le festività natalizie e durante il Carnevale.

Variante Cicerchiata senza glutine

Una variante imperdibile è quella della cicerchiata al cioccolato: una volta cotta, immergetela nel cioccolato fuso e lasciatelo solidificare. Se amate i dolci di carnevale ecco tante ricette: