Gulasch trentino: ricetta e preparazione

23 Novembre 2020

Ingredienti per 4 persone

Il gulasch trentino è un secondo piatto di carne invernale composto da spalla di manzo cotta in stufato di brodo, vino e pomodoro. Il piatto ha origine in Ungheria, dove vengono aggiunte verdure alla preparazione e sono presenti meno aromi rispetto alla versione trentina. Il piatto è di facile realizzazione, ma necessita una cottura lenta per ottenere un sugo ristretto al punto giusto e una consistenza molto tenera della carne. Per il taglio di manzo i più indicati sono la spalla, il muscolo della coscia o il collo o anche un misto di questi. La caratteristica di questo gulasch è la presenza prevalente della cipolla: in alcuni casi viene messa in uguale quantità della carne. A seconda del gusto da voi preferito potete aumentare anche la quantità di vino, riducendo dunque quella di brodo per portare a cottura la carne e donarle un sapore di vino più intenso. Il trucchetto da non dimenticare è la farina, che aiuta a legare e creare la giusta consistenza cremosa del piatto. Questa ricetta prevede l’aggiunta di un bicchierino di aceto di vino per avere quel tocco leggermente aromatico, ma potete eliminarlo a seconda dei gusti. Quanto agli aromi e le spezie: imprescindibili sono la paprika, l’alloro e il cumino; gli altri potete variarli a seconda dei gusti come aggiungendo chiodi di garofano, bacche di ginepro o anche scorza di limone. Servito con polenta o purè di patate è un piatto completo perfetto per le giornate invernali.

Preparazione Gulasch trentino

  1. Iniziate a far sciogliere il burro in una pentola capiente e rosolate la carne, tagliata a cubetti e leggermente salata, su tutti i lati. Quado è ben colorita toglietela dalla pentola e mettetela da parte.
  2. Affettate la cipolla finemente e tritate l’aglio, Aggiungete poco olio extravergine di oliva nella pentola usata per la carne, fate prendere calore e aggiungete le cipolle con l’aglio. Fate stufare senza soffriggere e riaggiungete a carne. Cospargete con la farina e la paprika, mescolate e aggiungete il concentrato di pomodoro. Aggiustate di sale e pepe e lasciate cuocere per un minuto.
  3. Versate in pentola il bicchierino di aceto, il vino, lasciate evaporare l’alcool e coprite la carne con il brodo caldo. Aggiungete tutti gli aromi e lasciate cuocere a fuoco lento e con il coperchio socchiuso per due ore circa.
  4. Mescolate di tanto in tanto e lasciate che il sugo si riduca. Deve arrivare ad una consistenza cremosa non troppo liquida e la carne molto morbida.

Servite caldo con contorno di purè di patate.

I Video di Agrodolce: Petto di pollo e patate